Evan De Vilde partecipa all’Esposizione Triennale di Roma 2014

Evan De Vilde, partecipa all’Esposizione Triennale di arti Visive a Roma 2014, in mostra presso Crocetti con l’opera pesce fossile. L’evento è organizzato e promosso da La Rosa dei Venti,  inaugurato dal Prof.Achille Bonito Oliva.

Evan De Vilde , poliedrico artista  contemporaneo, è il fondatore della corrente artistica intitolata: ARCHEORELISMO. L’idea base è quella di reperire oggetti del passato di varia natura, sia manufatti archeologici che antichi fossili o pergamene provenienti da ogni parte del mondo, ed inserire gli stessi in strutture moderne (all’occorrenza realizzate ad hoc), ottenendo in tal modo suggestive realizzazioni artistiche; nel caso di “Pesce fossile”, l’idea è stata quella di porre all’interno di una scatoletta di acciughe, un pesce fossile del triassico di ben trentotto milioni di anni fa, come descritto da un’apposita didascalia posta sul fianco della stessa. Non manca una simpatica nota ironica, “pronto all’uso”, come spesso usa fare il maestro; ma ciò non deve trarre in inganno: quanto viene proposto è un’operazione culturale molto seria e di notevole spessore. Altri grandi artisti hanno proposto l’inscatolamento per rappresentare delle significative metafore, come ad esempio Warhol, con le sue   “Coca Cola” o “Campbell’s” per il consumismo, o ancora Manzoni, con la famosa  merda d’artista, come contestazione ad un’arte menzognera; nel nostro caso il De Vilde vuole significare l’enorme e spaventosa capacità di fagocitazione della società moderna, con la relativa inevitabile perdita di valori etici, per cui quel “pronta all’uso” diviene anche monito e richiamo ad un maggior rispetto della nostra memoria storica, cosa insita nel DNA dell’Archeorealismo, e l’invito ad una riflessione sulle proposte del mercato moderno, che in nome di una globalizzazione sempre più dilagante, opera dimenticando che il fine ultimo di ogni attività dell’uomo dovrebbe essere la persona, nella sua integrità ed umanità.

 

      Antonio Geirola

       Esperto d’arte