Arte e memoria nell’archeorealismo

(Articolo del giornale “IL MATTINO” del 15 marzo 2011) – «L’Arte della memoria/La memoria dell’arte», è il titolo della mostra personale di Evan De Vilde
che si inaugura domani alle 17 a Palazzo Gravina, sede della Facoltà di Architettura. L’esposizione,
curata da Antonio Filippetti, è patrocinata dall’Istituto Culturale del Mezzogiorno, dall’Unione
Nazionale Scrittori Artisti e dalla Università Federico II di Napoli. Evan De Vilde espone per
l’occasione i suoi ultimi lavori, frutto della personale ricerca di un archeorealismo figurativo che
punta a coniugare l’antico con il contemporaneo. Antonio Filippetti nella presentazione in
catalogo definisce De Vilde «operatore insolito ed originale nel panorama artistico», «un ostinato
archeologo (o forse perfino speleologo) che va a scovare nei relitti dell’antichità i resti di una
esperienza dimenticata e li riaccende». La mostra sarà visitabile fino al 31 marzo prossimo.

Schermata 2014-01-10 alle 15.10.55